venerdì 25 gennaio 2008

Dove?

Chiunque voglia fare attività culturali nel nostro paese si trova subito a chiederselo: dove?!
Ad oggi, non ce ne voglia nessuno, Marineo non può dare risposte soddisfacenti, ed infatti quelle che ci è capitato di leggere in questi giorni sul Botta&Risposta del sito provocopuscolo.it sono perlopiù proposte per il futuro, alcune davvero poco convincenti.

La verità, la triste verità, è che Marineo non ha strutture adeguate, soprattutto per i giovani, e tantomeno risorse da investire. Di più: non sembra esserci nemmeno la voglia di utilizzare al meglio quel poco che c'è. Un esempio per tutti: i ragazzi del gruppo "Robba mmisca" per qualche mese hanno avuto la possibilità di riunirsi in uno dei locali del centro diurno; ebbene, nel dicembre scorso hanno dovuto sloggiare perché il comune non ha potuto garantire loro l'apertura e la chiusura del centro.. sigh! E quì non è in discussione l'opportunità o meno di utilizzare quel centro per le attività giovanili, quanto la capacità "strutturale" del nostro comune di far fronte alle semplici e legittime esigenze dei giovani che hanno voglia di fare qualcosa. Tant'è.. La capacità di arrangiarsi non abbandona mai gli impavidi e finché costoro avranno voglia di fare, riusciranno comunque a trovare il modo e, in questo caso, anche il luogo..

I ragazzi giù nella stiva tuttavia sono davvero stufi delle scuse da un lato e delle lamentele dall'altro.. e continuano a ragionare sulle possibili soluzioni all'annosa questione: qualcuno immagina megastrutture dalle fantasmagoriche linee postmoderne, altri indicano vecchi caseggiati da ristrutturare, il piccolo marinaio insiste per la pagliera del nonno, dice: "c'è pure un solaio pieno di vecchie cose che posson esser utili.."

Altre voci ancora.. chi risponde alla domanda: dove?

14 commenti:

la mia pagliera è meglio ha detto...

Forte l'idea della pagliera, io ne ho una enorme... A parte gli scherzi, il problema è serio altro che! Come può un comune come il nostro che si vanta di premi di poesia e gemellaggi non avere un tinto locale per i giovani? Io cmq concordo con chi altrove ha suggerito di spostare tutti gli uffici del comune al centro diurno e di utilizzare il palazzone giallo per giovani e anziani. Sai che barzellette! E per agevolare gli impiegati si potrebbe spostare il mercato del giovedì nei meandri del rione rocca...

un assetata di cultura ha detto...

se un comune non garantisce l'apertura e la chiusura del centro, con tutto il personale che si ritrova, questo la dice lunga sulla voglia di supportare le politiche giovanili a Marineo.
Siamo in campagna elettorale. Chiediamo ai candidati di offrirci il loro programma sulle politiche giovanili. Chiediamo una struttura polivalente culturale dove potere produrre arte.
Questo POST è una denuncia forte ed è importante perchè fa da termometro - per questa amministrazione - sulle attuali politiche giovanili.
Grazie per averlo scritto.

Messaggi Dalla Stiva ha detto...

Impegno preso!
Appena saremo a conoscenza dei nomi dei candidati alle prossime elezioni comunali, li inviteremo ad intervenire sul blog a proposito della questione.
Il sogno dei ragazzi giù nella stiva è quello di poter vivere - tra una traversata e l'altra, s'intende! - in una struttura polivalente dove esprimere le proprie capacità in piena libertà. Chiederemo a chi tra i candidati vorrà darci una risposta, in che modo realizzerà quello che imporremo come necessità inalienabile. Soprattutto, cercheremo di far capire che, davvero, non si tratta di un capriccio, di qualcosa di inessenziale. Proprio in questi giorni abbiamo registrato un incidente stradale gravissimo che ha coinvolto dei giovani di Marineo: non ci facciamo illusioni, ma crediamo che un centro attivo e funzionante possa essere una valida alternativa ad altri strumenti d'evasione. Cara assetata, del dolce sidro che stilla da un sogno tanto a lungo inseguito, abbiamo tutti, oramai, una sete devastante..

Daniele Costantino, Nuova Marineo ha detto...

L'intelligenza e la serietà di questo blog è un forte incoraggiamento al futuro. Sono Daniele e mi sento di parlare a nome di tutto il gruppo di cui faccio parte. Domenica, nella nostra riunione settimanale, abbiamo iniziato a ragionare di programmi e cose concrete da proporre, da fare. Primo punto all'ordine del giorno è stato proprio quello delle politiche giovanili (sport, cultura, tempo libero): è questa la priorità assoluta per la nostra comunità. Appare necessaria pensare ad una Rinascita Culturale della nostra comunità. Troppe cose non vanno. Troppa noia. Cose se ne possono fare e parecchie, utilizzando virtuosamente le risorse che la EU mette a disposizione. Ma occorre la volontà e soprattutto la capacità di sviluppare buone e sane progettazioni, che vedano partecipi i protagonisti diretti, i giovani, i cittadini. Ma credete che questa logica appartenga al solito modo di fare politica? Noi crediamo di no. Purtroppo. Non ci riconosciamo con i metodi soliti, con le logiche usuali. La nostra è una lista civica aperta a tutti i contributi positivi disponibili. Vogliamo ragionare di programmi. Avanzare proposte. Discuterne la fattibilità. Pensare a cose reali, belle, utili, oneste. Rivolgo l'appello a tutte le persone libere da pregiudizi e interessate alla costruzione di un futuro migliore a provare a collaborare con il nostro progetto. Perchè i sogni possono diventare realtà, se si ci crede e ci si impegna per realizzarli.

Messaggi Dalla Stiva ha detto...

Caro Daniele, questo blog è l'emanazione di una piccola realtà che tra l'altro stenta a consolidarsi: proprio la carenza di strutture, a nostro avviso, favorisce discontinuità e precarietà di iniziative come questa. Che Nuova Marineo abbia assunto la questione del centro polivalente come una assoluta priorità, è una notizia che ci incoraggia. Siamo ansiosi a questo punto di sapere quale sarà la posizione a riguardo delle altre formazioni che si presenteranno ai cittadini alle prossime elezioni comunali: intanto, siamo lieti di poter iniaziare a discutere con voi. La prima domanda che vi poniamo è la seguente: avete cominciato a immaginare dove potrebbe sorgere il centro?

san mikelara ha detto...

Ciao sono una ragazza ke fa parte del Gruppo Robba 'Mmiska io sono nel gruppo da quando preticamente è nato..volevo puntualizzare alcune cose a parte il discorso del centro di urno ke non è utilizzabile da nessun gruppo..fino a giugno del 2007 il nostro punto d'incotro era al crocifisso.. li c'è una stanza di media grandezza ke noi la banda e il gruppo Fraternità di Lode si condivideva..con l'arrivo della Congregazione questo non è stato più possibile.. ed ora vi spiego il perchè..un sabato pomerig. ci arriva 1chiamata era 1 componente della congregazione ke ci chiedeva se potevamo togliere le nostre cose xkè loro dovenavano dare 1 rinfrescatina alle mura..bene signori sono passati 7 mesi ed ancora non ci hanno chiamati...io penso ke come ci hanno chiamato x andare a togliere le nostre cose l'avrebbero dovuto fare anke dopo per rientrare..questo ancora non è successo..è vero ke noi non abbiamo insistito ma xkè loro hanno preparato il presepe e quindi non c'èra più spazio per noi..ora volevo fare alcune domande..1 xkè non possiamo continuare a condividere questo luogo come facevamo prima? 2 xkè con modi gentili ci avete fatto accomodare fuori? al comune invece volevo chiedere xkè non sistemate l'ex mattatoio o il parco robinsoon per un centro polivalente ke possa essere utilizzato da vari gruppi marinesi?noi abbiamo tante idee ma non possiamo metterle in pratica per via dei locali..ci incontriamo per strada o casa di qualcuno...ma non possiamo andare avanti cosi..abbiamo bisogno di un luogo..

Anonimo ha detto...

concordo pienamente cn le parole scritte...anche io sn una componente del gruppo..sinceramente era bello ed entusiasmante riunirsi ed incontrarsi,anche in un luogo cs piccolo...per noi era ttt..adesso ke nn abbiam più un luogo dv poterci riunire,mi auguro cn ttt cuore e spero nella bontà del nostro amato comune,k si mobiliti affinchè qst giovani possano trovare un punto di incontro stabile e duraturo nel tempo... :-)

diversa ha detto...

alla fine di ogni evento svolto a Marineo, specie quelli portati avanti dai giovani, prende a tutti una strana voglia di fare, di proseguire, di veder fare altre manofestazioni simili, magari anche di partecipare.. Ma un secondo dopo la squallida realtà spegne gli entusiasmi: non c'è un dopo, non c'è la possibilità di immaginare un dopo! In questo paese , in cui tutti siamo tanto bravi a parlare, giudicare, vantarsi a vanvera in realtà non c'è un bel niente! Non c'è un luogo dove riunirsi, un posto dove poter fare delle manifestazioni indipendentemente dalla stagione, nè (e questo è davvero triste e deludente) la volontà da parte dell'amministrazione di portare avanti dei progetti. Per questo sono rimasta favorevolmente colpita dall'apertura del Laboratorio Il Battello Ebbro 2. Finalmente si replica qualcosa a Marineo, e non mi importa da dove provengano gli € e come siano arrivati a Giuseppe, è una persona in gamba, la prima edizione del Battello è stata un successo.. Spero solo che possa essercene anche un 3, un 4.. e via dicendo, e per questo punto gli occhi su Nuova Marineo: che possa davvero significare l'avvento di una Marineo DIVERSA e soprattutto che i Marinesi diventino DIVERSI .

Giuseppe Pernice ha detto...

Cara diversa, la tua amarezza mi rattrista. E del resto non posso nasconderti di aver subito spesso anch'io questo sentimento.
Occorre dare atto tuttavia a questa amministrazioe di avere riconosciuto il valore dell'iniziativa promossa nel 2006 dall'ex-assessore Nino Trilo e di avere voluto replicarla dopo un anno di inattività. La voglia di fare qualcosa per i giovani c'è, gli assessori Ciaccio e Cangialosi sono sensibili a attenti: quello che serve adesso è, come detto altrove, un intervento strutturale. Vista la quantità di post e commenti lasciati in giro nei vari blog di Marineo, spero che chiunque sarà legittimato ad amministrare prossimamente il nostro comune prenda atto di questa necessità che definisco nuovamente insopprimibile.
-
Chiunque tu sia, cara amica, ti auguro un mondo di bene e ti invito a partecipare, in qualunque modo tu voglia o possa farlo, al laboratorio teatrale.
Con affetto,
Giuseppe.

Daniele Costantino, Nuova Marineo ha detto...

La nostra proposta? Sicuramente individuiamo come prima possibilità praticabile l'ex mattatoio.. ma non è l'unica possibiltà.. quello che diciamo è:discutiamone. A breve verrà inaugurato il nostro primo Forum Tematico: quello sulle Politiche Giovanili. Un Forum non virtuale, ma reale. Un luogo dove discutere faccia a faccia proposte e progetti. Quello che voglio precisare è che uno (o più, perchè no?) spazi per attività ludico-culturali destinati prioritariamente ai giovani non è solo una priorità assoluta, ma una necessità imprescindibile. Il nostro slogan è: "Prima di tutto un Centro Polivalente: per costruire insieme una rinascita socio-culturale a Marineo!". Il nostro è un impegno solenne:anche a costo di trasferire gli uffici comunali dal corso dei mille, come suggeriva qualche provocatore un pò di tempo fa sul botta e risposta del Provocopuscolo. Quello che non deve più accadere è che queste idee rimangano lettera morta, come per gli scorsi 5 anni. Che non si trovino scuse, come è accaduto con la proposta avanzata un pò di tempo fa dall'Associazione La Comune:laboratorio di idee in merito all'ex mattatoio. Noi ci crediamo che le cose possano cambiare. Ma occorre l'impegno e la partecipazione di tutti. Nuova Marineo è una lista civica, non un partito. Siamo aperti a tutti. Vogliamo proporre un metodo diverso per l'amministrazione della nostra comunità: la cittadinanza attiva. Vogliamo vivere in un mondo bello in cui ciascuno sia responsabile e consapevole delle proprie azioni. Non abbiamo nessuno alle spalle. Avanziamo una proposta a tutte le persone stanche di vedere lo stato di cose esistente; se crediamo nella possibilità di amministrare la nostra comunità come si amministra una famiglia, aiutiamoci. Insieme si può.

Anonimo ha detto...

Le tue sono belle parole..come erano belle quelle di 5 anni fa proposte dal sindaco e via dicendo..proposte ke non sono portate a termine...si è fatto completamente perdere il campo a 5 il campo di pallavollo.. e via dicendo..xkè?

Daniele Costantino ha detto...

Perchè? Io credo che le ragioni siano molteplici.. ma prima di tutto ci sia la mancanza di una cultura del rispetto dei beni pubblici ..cultura che di certo non è favorita dal clientelismo e dalla logica del favore per gli amici. Capisco le tue perplessità sulle mie "belle parole".. troppe promesse mai mantenute.. ecco perchè bisogna cambiare logica. Stop alle deleghe in bianco. Stop alle promesse prive di impegni precisi. I cittadini devono partecipare e controllare l'operato di chi si assume l'incarico di realizzare i progetti elaborati. Gli amministratori sono dipendenti: se non fanno il proprio compito, come promesso, vanno licenziati. Se ci sei anche tu, anonimo, a sostenere questa logica, allora si può sperare di cambiare. Viceversa le nostre resteranno - hai ragione! - solo belle parole.

black ha detto...

Noi non vogliamo parole daniele! Abbiamo bisogno dei luoghi adatti per attività come il teatro, la musica, lo sport. qui nn centra clientelismo o amici. speriamo che la prossima legislatura si occupi di noi, nn come disagio giovanile, ma vantaggio per il paese e per le opportunità che il comune potrà offrirci.

Messaggi Dalla Stiva ha detto...

Black dice una cosa degna di essere sottolineata. Chiunque avrà onore ed onere di amministrare il comune nei prossimi 5 anni, speriamo davvero non assuma la questione giovanile in termini di disagio da combattere, ma come opportunità di scrivere una pagina nuova della storia culturale di Marineo.
E che nessuno ci fraintenda: non neghiamo la reltà del disagio, che purtroppo insiste eccome nel nostro paese, quello che indichiamo è un modo nuovo di intendere il rapporto con una generazione tanto complicata quanto ricca.
Ha il sapore di una rivoluzione, è vero.. affidare ai ragazzi il compito di immaginare e scrivere una nuova cultura marinese, ma può funzionare.

Dalla stiva, un'ovazione..

Nel Periodo Natalizio in quale avventurà si imbarcherà il Battello?

SI RIPARTEEEEE!!!!!


ilbattelloebbro


Si continua a veleggiare...

A tutti i marinai dell'Ebbra Ciurma e agli altri naviganti!
Ci vediamo domani 29/09/09 alle ore 21 al parco robinson..nn mancate!!!!!

Che saggio sarà???

La strega comanda Opuscolo Opuscolo..

In che giorno il Battello raggiungerà il Teatro in Fondo al Mare?

Pubblicare o non pubblicare: questo è il problema

Proviamo a lanciare un sondaggio: cosa vi piacerebbe che la compagnia del battello mettesse in scena tra le seguenti opzioni?